Scheda - Vedute di Faito

domenica 13 aprile 2014

Accompagnatore: Bruno Tribioli.

Difficoltà: E

Magnifico anello nei boschi dei Simbruini, che permette di addentrarsi in una zona nascosta del Parco, ai confini della Riserva integrale.
L’escursione è riservata a persone allenate.

Appuntamenti

Ore 8:30 a Largo della Primavera. Appuntamento successivo alle 10:00 a Trevi nel Lazio.

Da Roma si prende la A1 in direzione Napoli e si esce ad Anagni/Fiuggi; si prende la SR 155 rac per Fiuggi, ma al km 8 si devia a sinistra per Piglio, si superano gli Altipiani di Arcinazzo e si raggiunge Trevi nel Lazio. Il secondo appuntamento è all’inizio del paese, all’incrocio tra la SP 38 (da dove si proviene) e via Battisti, al caffè Gran Brazil.

Itinerario

Da Trevi nel Lazio si prosegue in auto per circa 2 km verso Filettino e si parcheggia a Fonte Suria.
Si prosegue a piedi per una strada bianca prima verso nord; si raggiunge un’area attrezzata e si piega a destra fino a raggiunge l’imbocco di una mulattiera, che si trasforma presto in sentiero e si inoltra nel bosco. Si sale a lato di un fosso, superando poi una piccola sella; si prosegue in leggero saliscendi tra splendidi faggi e si raggiunge l’isolata radura delle Fontane di Faito. Si ritorna sui propri passi per circa 200 metri, lasciando a destra il sentiero dell’andata e proseguendo invece verso sud per una mulattiera che scende con piccoli tornanti nel bosco; con una breve deviazione a quota 1400 circa si raggiungono le Vedute di Faito (1488 m), poi si riprende a scendere nel bosco fino a incontrare una carrareccia che riporta al parcheggio.

Dislivello: 800 metri.

Tempo totale: 6 ore circa

Attrezzatura

Scarponcini da trekking, abbigliamento a strati con maglietta termica, pile e giacca a vento; cappello e guanti; cappellino, crema e occhiali da sole; bastoncini da trekking; macchina fotografica, binocolo.
Assolutamente vietate calzature “minori” quali scarpe da ginnastica.
Cambio vestiario completo da lasciare in auto.


Il calendario Arcoiris 2018 è in preparazione: visite urbane, gite giornaliere in montagna, week-end in rifugio, trekking. Non mancate!