Resoconto - Mandela

domenica 25 gennaio 2015

Una giornata particolare…

Vabbè… anche quest’anno la camminata intorno a Mandela ha avuto qualche problema: una battuta di caccia al cinghiale ci ha praticamente fermato subito. Ahò, nessuno che avesse detto “mannaggia, che peccato, io la volevo proprio fare”, in perfetta sintonia ci siamo girati e, bardati di tutto punto, con i nostri cappelli, giacche a vento, guanti, scarponi e bastoncini abbiamo fatto una amabile chiacchierata passeggiando per Mandela. Insomma, avete presente Totò e Peppino? Ci è toccato anche lo sfottò dei paesani in piazza. “Ma dove andate? Ma che dovete fa’ vestiti così? Me fate ricorda’ de quando facevo finta de anda’ in moto: lasciavo la macchina nascosta e andavo in giro col casco sotto al braccio!”.

Ma la sfida con questa terra l’abbiamo vinta . Anzi, l’ha vinta innanzitutto Anna, che piacere riaverla con noi! Piccola, timida e molto attenta (lei sa bene quanta attenzione ci vuole…) con il suo bastoncino dice “Io ho voluto ricominciare a camminare proprio da qui”. Allora vai: baci, abbracci, sorrisi e incoraggiamenti!

Chiacchierando amabilmente, intanto, “siamo arrivati là dove dovevamo arrivare”. Che dire della nostra straordinaria Lucilla che ci fa trovare una perfetta tavola apparecchiata un pranzo luculliano (lucilliano direi!) e un bel calduccio con tanto di camino acceso?

E qui…

La festa! Il nostro Gualtiero ha compiuto ottant’anni! Anche qui baci, abbracci, sorrisi, incoraggiamenti e dolci, brindisi e spumante. Gli facciamo un regalo materiale (foto e firme) e uno spirituale: sarà il nostro Presidente Onorario, nel senso che abbiamo l’onore di averlo con noi. Insomma più che una carica: un forte abbraccio! Ma il regalo ce lo fa anche lui – soprattutto a noi che non c’eravamo ancora – leggendoci resoconti di escursioni lontane. Che risate con quel francese da grammelot alla Dario Fo!

Poi sono arrivati i momenti più seri: Elsa con la sua precisione e puntualità ci ha illustrato il bilancio consuntivo e preventivo. Tutto chiaro, semplice e trasparente. Antonietta e Lamberto ci hanno raccontato l’esperienza fatta in Madagascar con una Onlus proponendoci di sostenerla. Luciano ci ha comunicato qualche idea su come migliorare il calendario del prossimo anno. Sia chiaro tutto con le nostre piccole forze!

E infine, largo ai nostri vent’anni! Biliardino assatanato, canzoni e chitarra! Et voilà, l’ultimo evento straordinario della giornata: Silvestro si rivela un vero e proprio menestrello capace di zittirci tutti raccontando con intensità una storia ricca di mistero e di farci cantare a squarciagola assecondandoci pazientemente nei nostri desideri più impensati (vogliamo parlare de “La bambola” di Patty Pravo?).

Non è stata una bella e intensa giornata, ragazzi? Ha ragione Patrizia quando sulla via del ritorno dice “fa sempre un po’ malinconia lasciarci la domenica pomeriggio…”, ma credo che col tempo abbiamo imparato il piacere lento e sottile del “a rivederci”.


Icona pin Vedi la scheda di questa gita.

Icona fotocamera Vedi le foto di questa gita.

Il calendario Arcoiris 2018 è in preparazione: visite urbane, gite giornaliere in montagna, week-end in rifugio, trekking. Non mancate!