Resoconto - Monte Catillo

domenica 18 giugno 2017

Volevamo rimetterci in moto… ci proviamo da qui… e così!

Ci vediamo a San Polo dei Cavalieri… se riusciamo a trovarci! Mezz'ora abbiamo girato in quel fazzoletto di paese prima di arrivare all'appuntamento… senza neanche vedere un petalo di quella Infiorata che ha bloccato tutta la vita cittadina!

Questa la giornata: escursione "breve e facile", "panzanella e panini" per pranzo e Assemblea dei Soci dall'ordine del giorno ineccepibile : tre punti comprese le varie ed eventuali. Bene… non ne abbiamo infilata una…è stata tutta un'altra storia… non abbiamo mancato nessun impegno… però… dal cartaceo all'agito la giornata si è trasformata… Il sentiero che ci aspetta è una parte di un più ampio percorso di 100 km circa. Nato negli anni '90 a ricordo dell'impresa del pittore paesaggista Enrico Coleman che , nel 1881, si incamminò fra le montagne laziali creando quello che oggi è considerato uno dei più interessanti cammini di più giorni presenti nella nostra regione. All'inizio abbiamo preso alla lettera la definizione di "breve e facile" camminando e chiacchierando a piccoli gruppi come fossimo sul corso a passeggiare… Il sentiero è bello soprattutto nella parte ombrosa che ogni tanto apre la vista su delle valli verdeggianti nonostante la terra sotto i nostri piedi sia molto asciutta e spaccata. Io stessa passeggio, buon'ultima, con Gualtiero, chiacchierando del più, mai del meno… ovviamente! Strada facendo abbiamo trovato una comoda area da picnic con tanto di griglie e padelle a disposizione (della serie "la Norvegia dietro casa…") e così ci siamo fermati per una "breve e facile" merenda con relativo scambio di chiacchiere culinarie che certo non poteva mancare. Claudio ha tirato fuori una bustina di semi e frutta disidratata niente male e Natalino - che Peppe, immancabile, chiama Little Christmas - i biscotti fatti da lui… Insomma così i tempi si allungano e nonostante Luciano cerchi di smuoverci con il grande garbo di cui è sempre capace, la camminata "breve e facile" subisce un notevole e brusco stop. Arriviamo all'ultimo tratto e abbiamo perso il "breve" perchè ci abbiamo messo molto più del previsto e..ahimè… pure il "facile" perchè ci attende una salita sotto il sole a picco e senza un albero per ripararsi… io mi avvio senza valutare troppo e me la vedo brutta - lo devo confessare - mi sono dovuta fermare sotto "due" foglie, (certe volte la magrezza aiuta!)… ma qualcuno più previdente e pragmatico non è salito fin su aspettando all'ombra che si scendesse con le macchine… Abbastanza provati e molto riconoscenti apprezziamo che la "panzanella e panini" da Lucilla si è trasformata in un buffet freddo molto ricco e invitante con tanto di dolce e caffè finale… qualcuno ne aveva dubitato?? L'Assemblea dei Soci che segue inizia un po' sottotono. Non c'è la solita confusione allegra che mette a dura prova la pazienza di Elsa e non poteva essere altrimenti, credo, perchè la prima cosa da discutere è l'integrazione del Direttivo. Dopo aver ricevuto la disponibilità prudente di Patrizia, l'Assemblea prende un po' di respiro, si dimentica l'ordine del giorno secco e scansionato e comincia una discussione tranquilla e partecipata su alcune nuove escursioni da fare ( mitica la "notturna" di Luciano che dura due ore dopo cena…), sulla riorganizzazione del programma fino alla fine dell'anno sugli aggiornamenti e sul futuro del nostro sito nel tentativo di migliorarlo e renderlo più fruibile… Insomma penso che a Nadia sarebbe piaciuto molto il nostro desiderio di fare meglio e di più.

La giornata finisce con la spartizione degli avanzi, sempre tantissimi, e la minaccia di Lucilla "quello che non vi prendete lo frullo!" e la signora è una a cui bisogna credere… e, almeno per me, con un sollievo lieve e il pensiero che abbiamo ricominciato a camminare…

Ci vediamo presto… ragazzi!

Rossella


Icona pin Non è disponibile una scheda per questa gita.

Il calendario Arcoiris 2018 è in preparazione: visite urbane, gite giornaliere in montagna, week-end in rifugio, trekking. Non mancate!