21 aprile 2018

Da Mazzano Romano a Calcata. Nel Parco del Treja tra rovine e reliquie

Partenza e Arrivo: Mazzano Romano, Parcheggio Ortaccio”.

Escursione:
Livello: E
Tempo: 4 ore circa senza le soste
Dislivello: 300 m in salita e in discesa
Equipaggiamento: abbigliamento da escursione, cambio in macchina. Necessari scarponi alti per presenza di fango e piccoli corsi d’acqua, consigliate le racchette.

Percorso:
Subito dopo il parcheggio si incontra un lavatoio da dove si imbocca il sentiero 002 “Le Rote”che scende verso il Treja. Si percorre la valle lungo il torrente passando davanti a un ponte tibetano. Si raggiunge la strada provinciale per Calcata per imboccare dopo poco il sentiero 019/009 “Fonteiano” in direzione S. Maria di Castelvecchio/Calcata. Sul sentiero si rincontra il Treja costeggiandolo fino a un bivio in prossimità del ponte sotto l’abitato di Calcata. Si devia a sinistra sul sentiero 009 che in una breve salita porta sull’altura con le rovine dell’importante insediamento medievale di S. Maria. Da qui si gode una splendida vista su Calcata. Ritornando sui propri passi si torna al bivio, si passa il ponte e si sale a Calcata.

Dal paese si esce dalla porta principale e si prende a destra in discesa il sentiero 014 che attraversa un pendio assolato punteggiato di fichi d’india. Si raggiunge il Fosso della Mola, un affluente del Treja, risalendo il suo suggestivo corso. Si sbuca di nuovo sulla provinciale, dalla quale si imbocca a sinistra il sentiero 011; si prosegue lungo il Fosso fino a una carrareccia che passa davanti alla Necropoli del Cavone e porta su un ampio pianoro. Da qui si prende il sentiero 012 che attraverso un suggestivo paesaggio scende verso la forra del Treja. Compare tra gli alberi il borgo di Mazzano che si raggiunge con una breve salita una volta attraversato il fiume su un ponte a schiena d’asino.